Enzo Tiezzi: Il Capitombolo di Ulisse

L’ecologia non permette la fuga verso piccole isole felici: la dimensione planetaria della crisi ambientale lo impedirebbe.
C’è una sola possibile isola felice: Il pianeta Terra, la biosfera.
Non serve valicare le Colonne d’Ercole, intese come metafora dell’andare avanti a tutti i costi. L’Ulisse da seguire, quello che rifiutava il dono dell’eternità offerto da Calypso, è interessato all’oggi, al guardare qui e adesso. Il mito dell’Ulisse spinto invece verso continui tentativi di superare i limiti, muore insieme ai miti precedenti: muore insieme a una cultura intesa come dominio della natura.
Enzo Tiezzi, chimico fisico – Il Capitombolo di Ulisse – Idee/ Feltrinelli – pag 91