Fritjof Capra: Il punto di svolta

Negli anni settanta, nel mondo della fisica, con l’avvento degli studi approfonditi sulle teorie sulla materia, nuovi concetti hanno causato un mutamento profondo della nostra visione del mondo. Gli scienziati hanno accusato una intensa crisi emotiva, ma sono arrivati e tuttora elaborano, ad una conoscenza profonda della “natura della materia e dei suoi rapporti con la mente umana oggi la nostra società si trova in una crisi simile ci troviamo di fronte a una crisi galoppante e a un alto tasso di disoccupazione, a una crisi energetica, a una crisi nelle cure mediche, a inquinamento e ad altri disastri ambientali, a un’ondata crescente di violenza e di crimine. Tutti questi fenomeni non sono altro che sfaccettature diverse di un’unica crisi, che è, essenzialmente, una crisi di percezione. Essa è una conseguenza del nostro tentativo di applicare i concetti di una visione del mondo superata e meccanicistica a una realtà che non può essere intesa in funzione di tali concetti. Oggi viviamo in un mondo in cui i fenomeni biologici, psicologici, sociali e ambientali sono tutti interdipendenti ciò di cui abbiamo bisogno è quindi di un nuovo paradigma con un mutamento fondamentale dei nostri pensieri, percezioni e valori.”

Fritjof Capra – Il punto di svolta

Universale economica Feltrinelli / saggi. prefazione, pag 15.