Libro Natura: Trama di Gaia

“Attualmente, – racconta Marina M. F. Menichelli – in gran parte del pianeta, portiamo avanti un’eredità concettuale di un rapporto con la Natura autoreferenziale tanto da far coniare agli scienziati il termine “Antroponcene”, per evidenziare quanto «la pressione umana sul sistema Natura sia ormai talmente elevata da essere paragonabile alle forze endogene ed esogene che hanno modificato la Terra lungo le ere geologiche», tanto per citare le parole di Crutzen..
Penso ancora, però, che l’essere umano abbia la possibilità di scegliere come esercitare questa pressione, proprio in virtù di quel libero arbitrio che caratterizza solo lui nella storia dell’evoluzione: una libertà pressoché totale, che si estende alla possibilità di riscrivere la storia del pianeta, sino ad ora eccessivamente sfruttato per la cupidigia di pochi e la superficialità di molti.
Solo con questo obiettivo riesco a superare le innumerevoli difficoltà ed ottusità che ogni giorno incontro in questo percorso, e credo fermamente che, grazie all’impegno di tutti sia possibile tracciare un sentiero dove chiunque possa incamminarsi lasciando tracce meno “invasive” possibili, mentre avanziamo complici della Natura, membra del suo stesso corpo, verso il futuro.”