Trivelle Selvagge

Carissimi,
LA TRAMA DI GAIA è un’Associazione ancora giovane,  ma che vuole condividere con voi il più antico dei doveri: difendere Madre Terra.
Vi chiediamo due minuti del Vostro tempo per condividere una riflessione su una questione estremamente IMPORTANTE:
una delle manovre politiche del governo Renzi, lo Sblocca Italia, ha spianato la strada alle lobby di potere. Con l’ art. 38 dello Sblocca Italia, le multinazionali hanno avuto sostanzialmente il via libera per iniziare lavori di trivellazione, sia in mare che in terra, su tutta la penisola italiana.
La cosa sconcertante è che queste norme introducono eccessive semplificazioni a tutto vantaggio delle multinazionali che potranno scegliere di non prendere minimamente in considerazione l’impatto ambientale che tali manovre potrebbero avere sul territorio.
Oggi, essendo possibile ricorrere a fonti di energia alternativa come l’eolica o la solare (prive di qualsiasi controindicazione), è assolutamente inutile e deleterio continuare ad insistere sugli idrocarburi fossili, come il petrolio, conoscendo soprattutto le enormi conseguenze di negativo impatto ambientale che derivano dal suo utilizzo tra inquinamento da combustione e mancata bonifica del territorio.. senza considerare le immani catastrofi che si sono già consumate in passato a causa dell’ esplosione di alcuni pozzi petroliferi in mare aperto…
Moria dei pesci, alterazione della fauna marina, sconvolgimento dell’ecosistema, scombussolamento della crosta terreste e aumento di terremoti e maremoti, sono solo alcune delle conseguenze delle trivellazioni.
Fortunatamente abbiamo la possibilità di esprimerci pacificamente per evitare danni irreversibili al pianeta: il 17 aprile è stato indetto un Referendum abrogativo per limitare il rischio di una liberalizzazione incontrollata delle trivelle.
La Natura è il nostro tempio e  la nostra insegnante, facciamo la nostra parte ed  evitiamo che gli schiavi del potere materiale facciano crollare le colonne di questo tempio meraviglioso; confidiamo nel vostro senso di responsabilità, e nella vostra partecipazione: il 17 APRILE si firma SÌ al Referendum abrogativo per poter dire no alle trivelle. Ci vogliono solo un paio di minuti, ma potremo fare un enorme differenza, poiché una volta espressa la volontà popolare di abrogare l’articolo 6, comma 17 del Codice dell’ambiente (tecnicamente si tratta di abrogare una disposizione introdotta con la legge di stabilità 2016) che pone un’eccezione a un condivisibile divieto di trivellazioni in aree marine e costiere protette ed entro le dodici miglia dalla costa), tale opzione popolare non solo farà rivivere questo divieto nella sua interezza, ma vincolerà anche il governo a lasciarlo tale!
Vi preghiamo di condividere con quante più persone possibili questa informazione….. parlatene in famiglia, con amici, con conoscenti, scrivetelo su facebook o dovunque crediate possa essere visibile a tutti in modo che tutti possano conoscere ed essere consapevoli.
Ci hanno abituato a pensare che non possiamo fermare il potere del denaro, ma non è vero. . Come mostra benissimo il film documentario THIS CHANGES EVERYTHING di Ady Lewis e Naomi Klein, le lobby del potere,  che allungano gli artigli su Gaia, possono essere fermate solo dai figli di questa Terra e di questo Tempo, che si riconoscono fratelli nel dovere etico di difendere la vita del pianeta..
Grazie a tutti…